Hitlerismo Esoterico

di Miguel Serrano

[ Traduzione a cura di Alchemica « ]


Anno 1945 dell' era giudeo-cristiana; anno Cinquantasei della Nostra Era Hitleriana; il mese di Aprile, di Venere. Berlino si e' trasformata in un inferno, si combatte in ogni angolo, il Bunker del Fuhrer e' bombardato senza interruzione dall' aviazione russa, con obici di tutti i calibri, la gioventu' Hitleriana lotta senza avanzare ne' retrocedere. Il resto delle truppe S.S, coloro che non sono morti al fronte, nelle steppe, si battono disperatamente, anche le donne, gli anziani: la Divisione S.S "Carlo Magno", composta da francesi, forma un cordone intorno al Bunker; gli eroici spagnoli e perfino i monaci tibetani, legati misteriosamente a Hitler, sacrificano li' la loro vita...Che battaglia immensa! Che combattere glorioso!...Anch' io sarei stato li' a morire per il mio Fuhrer. La mia donna era d' accordo e desiderava accompagnarmi. Piu' di cento nazionalsocialisti cileni si presentarono come volontari nella citta' di Valparaiso, pero' l' ambasciatore tedesco, alleato con il Nordamerica, non li accetto'. Ancora sono in vita dei camerati che potrebbero confermarlo. A me fu impedito da amici tedeschi delle S.S. Forse, lo ignoro tuttora, lo fecero per darmi la possibilita' un giorno di scrivere questi libri..,Pero' oggi Trenta di Aprile del centesimo anno della nostra era, a denti stretti, lo ricordo vivamente. Quell' angoscia, quel dolore, quello struggimento nel cuore...,tutto, tutto era svanito; i sogni immensi di grandezza e redenzione per l' umanita'...fino a che scoprimmo la verita': Hitler non era morto. Dai ghiacci dell' Antartide sarebbe tornato... Un po' prima della fine, laggiu' nel Bunker, mentre il metallo tuonava, con il sordo, profondo fragore dei ghiacci che si staccano dalle grandi barriere dei poli, un fedele S.S domando' al suo Fuhrer con voce urlante: "Mio Fuhrer se voi sparite per chi combatteremo allora?" E Adolf Hitler gli rispose: Per l' uomo che verra'"...

Camerata, sai bene che i tempi son cambiati, che adesso non hai alcuna possibilita' di fare politica, pero' puoi rivolgerti alla metapolitica, dopo la Seconda Guerra Mondiale, dopo il grandioso esperimento del Nazionalsocialismo, dell' Alchimia razzista, dell' economia senza usura, del "Fronte del lavoro", della "Forza per la Gioia", del "Suolo e Sangue", dello "Spazio Vitale", nulla di nuovo ora rimane da edificare sulla superficie di questa terra devastata. E questo non perche' non sia possibile tentarlo, giacche', di fatti, qui i guerrieri e i camerati del Circolo Esterno lo stan gia' facendo, ma perche' ogni cosa e' stata gia' realizzata in un altro luogo e in un' altra terra. Nella Prima Terra, nell' Anticton pitagorico, l' Anti-Terra, liddove Adolf Hitler si reco' con i piu' fedeli, i piu' puri della sua razza, i piu' leali e dove mai potra' esser raggiunto, salvo che da gli iniziati all' Hitlerismo EsotÚrico. Perche' Adolf Hitler raggiunse un' altra dimensione, un' altra realta'.

In questo devi credermi, camerata. Presi parte all' Operazione Barbarossa, che si compi' dopo l' anno 1945, dopo l' apparente caduta materiale del Nazismo. Come ti ho rivelato all' inizio di queste pagine, che ora ti narro, m' imbattei in Antartide nella piu' pura essenza dell' Avatar, con il suo Pensiero. Da allora mai piu' ho smesso di avvertire la sua presenza, in forma di eventi, situazioni, che sono ordini ai quali debbo obbedire. Pero' egli, Adolf Hitler si e' protetto di circoli concentrici di barriere impenetrabili ("Noli me tangere!"). Solo Rudolf Hess, reintegrato nel suo corpo glorioso, di Vßjra immortale, nel Walhalla, potra' incontrasi oggi in sua presenza. In un oggi di un Altro Tempo. E benche' io mi sforzi per giungere sino a li', come lo farai tu, camerata, rimango tuttavia su questo piano, su questa Seconda Terra, per aiutarti a continuare la lotta, uniti da quei grandi ideali che non perdono la loro validita', essendo al contrario universali, in mezzo ai crolli e gli sfaceli di tutti i sistemi che il giudeo ha propiziato. Io stesso sono un prigioniero del Mito, che farÓ di me cio' che Egli chiede per il compimento puntuale delle sue costruzioni archetipiche. E' giunto per questo il momento della metapolitica, dell' Imago-politica, allorche' senza che noi stessi lo sapremo avremo trionfato anche nel mondo esteriore, e nelle tenebre della catastrofe, sul filo del disastro universale. E allora saranno gli idealisti di questo mondo, i giovani che avranno creduto nella rivoluzione, quelli che saranno dalla nostra parte, a comprendere che noi abbiamo servito gli unici che mai cedettero e che sapevamo chi fosse il Nemico, colui che maneggiava i loro sistemi, le loro dottrine e che per quello, la nostra Battaglia si svolge su pi¨ di un piano, come lo fu quella degli Dei, nostri antenati, che pervennero qui per combattere. Essa e' simultanea, solitaria, "sincronizzata". Perche' noi stessi siamo quegli Dei che discesero nel materiale e oscuro mondo del Demiurgo, per cercare di strapparglielo. Seguiremo i loro esempi, persino quando vedremo una volta di piu' oscurarsi l' orizzonte, senza speranze. Saremo perseveranti fino a che "la speranza crei, nel suo naufragio, la cosa contemplata..." "Tenendoci saldi negli antichi sogni, affinche' il nostro mondo non perda la speranza..." come ci insegno' il nostro vecchio amico e camerata, il gran poeta Ezra Pound.

"Wenn alle untreu werden so bleiben wir doch Treu."

Quando tutti tradiranno noi ci manterremo fedeli!

Verrano periodi molto difficili per questa terra torturata, avanzando sempre piu' nell' eta' oscura, nel Kaliyuga, specialmente in Cile, questa mistica patria. Si tratta per quello, oh eroi !, di diffondere gli ideali di Adolf Hitler. Nel mezzo dell' oceano della corruzione, del crimine e della schiavitu', costruite isole-rifugi, colonie autarchiche inespugnabili, difese anche con i denti, fino all' ultimo respiro, dove il Nemico non possa mai penetrare. Questo dovranno realizzare i guerrieri hitleristi del Circolo Medio. Colonie razziste, rette dai principi dell' Hitlerismo Esoterico, all' interno di un' organizzazione concentrica, circolare, che termini in un centro, che l' Avatar mai abbandonera', perche' una volta lý, nel centro inviolabile di questo cerchio, che gli Inca chiamavano Huilkanota, una volta fissatisi nel centro di quel fiore inesistente, in quel quartier generale, in quella colonia retta dai principi ideali dell' Hitlerismo EsotÚrico, Egli verra' a rivelarci la sapienza della sua "Altra Scienza", portandoci verso la Terra cava, l' Anticton, La Terra Primordiale degli Antichi, e , poi nel Walhalla di Venere, l' Asgard del Sole Nero e l' Iperborea del Raggio Verde...Cola' sarete invincibili ! E anch' io saro' lý con voi, guerrieri ! Sacerdoti dell' Hitlerismo Esoterico ! Cavalieri di Wotan e dell' ultimo Avatar"...Saro' li benche' ancora non vi sia...
Camerati, a questo punto ci arresteremo perche' non e' possibile spiegare ogni cosa...Se tutte le cose divenissero esplicite cesserebbero di esistere...
In questo anno 1989 dell' era giudeo-cristiana, in Pesci, anno 100 dell' era Hitleriana, in Acquario, al compiersi dei cento anni dalla nascita della nostra eccelsa guida, Adolf Hitler, nel quale si incarno' il Fuhrer Prinzip e l' Ultimo Avatar, alziamo fino a Lui il nostro braccio, e con il saluto della Mńnnerbunde, con il Vara-Mudra e con il magico Mantra dei trovatori Minnesńnger rendiamo finalmente il nostro omaggio di lealta' e venerazione eterna:

Heil Hitler ! Sieg Heil !

Anno C. A XX del Mese di Venere,
di Oyeihue, la Luce dell' Alba.

Chilli-Mapu.